Tutte le 11 maschere “I’m real” di TonyMoly

In Italia, è entrato in punta di piedi da Sephora e anche nella nostra skin care routine. Sì perché TonyMoly, nonostante i suoi packaging accattivanti e sfiziosi, faceva un po’ paura. Inizialmente (un anno e mezzo fa), le domande che recevevo davanti al mio interesse nel brand sono sempre state “ti fidi?”, “ma arriva dalla Corea!” ma soprattutto “ti cadrà la faccia!”. Pensare che nella sua madrepatria è apprezzato e usato da tempo, e anche l’America lo adora. Dopo qualche mese e dopo qualche blogger e youtuber che per prime hanno provato a vedere se la faccia cadeva davvero, abbiamo iniziato a fidarci e a constatare che i suoi prodotti sono validi, buoni ed efficaci. Del resto, è nato nel 2006 ed è stato definito brand cool&trendy; si è contraddistinto per la sua filosofia di combinare bellezza femminile e urban style creando prodotti che riflettano stile di vita e desideri femminili.

IMG_4822.JPG

Due mesi di attesa sfrenata, avevo quasi perso le speranze convincendomi che il prezioso pacchetto era ormai andato perduto, e invece… eccolo arrivare con tute e 11 le maschere della linea TonyMoly I’m Real. Il mio rivenditore era ElohimTrade e avevo pagato 9,99€. Ho visto che non le vende più, ma le potete trovare qui o qui. (Sconsiglio l’acquisto da Sephora dato che non le possiede tutte e costano 5,90€ l’una) Tutte le maschere della linea sono realizzate con tre strati di resistente cotone per garantire una perfetta aderenza e un completo assorbimento dei principi attivi a garanzia di un risultato ottimale. Inoltre, sono imbevute da tre diverse tipologie di liquido trattante:

  • Liquido trattante a base d’acqua (Limone, Tea Tree, Pomodoro, Aloe, Melograno): idratazione altamente concentrata
  • Liquido trattante a base di micro-emulsione (Vino Rosso, Alghe, Broccoli): viene assorbita molto delicatamente dalla pelle che nel frattempo riceve acqua e olio
  • Liquido trattante a base di latte (Riso, Avocado, Makgeoli): fa rigenerare la pelle fornendole un arricchimento nutritivo

Di seguito trovate un sincero e onesto pensiero su tutte le maschere provate nel tempo a seconda delle esigenze della mia pelle. Alcune sono TOP, altre carine ma non le ricomprerei e infine, purtroppo, quelle che proprio no!

18136556_10155223662494509_528072817_n

Seaweeds Mask Sheet Skin Purifying (confezione blu, alle alghe): è stata la prima della serie a essere provata e l’ho trovata decisamente molto molto imbevuta; nonostante ciò, quando aprite la confezione, il siero è tutto contenuto nel tessuto e non – come spesso accade – già disperso nella confezione. Sebbene ci sia scritto purificante, non elimina i punti neri (onestamente credo che solo le maschere in crema possano farlo, non trovo efficacia su questo aspetto per quanto riguarda quelle in tessuto) ma ho fatto la prova applicandola una sera che avevo avuto un’eruzione di piccoli brufolettini e rossori. Al mattino la situazione era decisamente migliorata: rossori spariti e imperfezioni diminuite. La pelle era anche molto morbida.

Tea Tree Mask Sheet Skin Soothing: forse è stato solo un caso, ma tra tutte e 11 le maschere questa era la più imbevuta di tutte, tant’è che gocciolavo per casa! L’ho tenuta per circa un’ora per far assorbire tutto il siero e il giorno dopo la mia pelle era più compatta, con i rossori attenuati. Per un paio di giorni non ho avuto brufoletti!

Makgeolli Mask Sheet Skin Purifying (confezione bianca): sempre ben imbevuta, ma per questa maschera l’effetto non l’ho visto subito bensì il giorno seguente: rossori attenutati e pellicine scomparse. Inoltre, non ho avuto brufolini per circa quattro giorni. Piaciuta molto! Nessun effetto invece sul fronte punti neri.

Rice Mask Sheet Clear Skin: in teoria, il riso – amido e olio – dovrebbero aiutare a sgonfiare le occhiaie e ad attenuare gli arrossamenti cutanei. Uhm, non ho visto nulla di tutto ciò; in più, sebbene fosse sempre ben imbevuta, la maschera si è rotta intorno al naso poco dopo averla applicata. Un po’ delusa!

18136967_10155223689579509_1203682769_n

18136410_10155223662339509_1042512616_n

Tomato Mask Sheet Radiance: sì sa, se applicato con una certa costanza, il pomodoro ha la capacità di schiarire la pelle. Inoltre, succo e polpa a contatto con l’epidermide svolgono una funzione astringente e illuminante. Effettivamente la pelle era più luminosa e compatta e l’effetto è durato fino al giorno seguente. In più, essendo particolarmente ricca di siero, effetto idratazione annesso TOP!

Pomegranate Mask Sheet Elasticity: anche per questa maschera ho visto gli effetti il giorno successivo all’applicazione. La pelle del viso era uniforme, luminosa e ben idratata; non ho visto invece nessun beneficio in merito all’elasticità… forse perché non ne ho particolarmente bisogno al momento 😛

Red Wine Mask Sheet Pore Care: adorata! Come appunto riporta la confezione, questa maschera va a lavorare sui pori dilatati per restringerli e regalare una grana della pelle affinata e più compatta. Così è stato! Ho notato inoltre che l’effetto non è durato un paio di ore per poi tornare alla situazione iniziale, ma è proseguito col tempo. Quindi, molto probabilmente, se fatta con costanza e ripetuta nel tempo può davvero portare a degli ottimi risultati!

18191017_10155223689809509_1493452697_n

18191046_10155223662764509_1659506315_n

Broccoli Mask Sheet Vitality: forse farò parte della minoranza, ma a me l’odore di broccolo piace un sacco! Nonostante ciò, questa maschera non ha questa profumazione ma una molto classica e fresca. Sempre super imbevuta, mi ha regalato uno sguardo luminoso e un colorito uniforme per un paio di giorni!

Lemon Mask Sheet Brightening: decisamente la mia preferita! Appena aprite la confezione il profumo di limone vi travolge (a me piace molto!); sulla pelle risulta fresca e una coccola perfetta per dare nuova luce al viso che – tra l’altro – il mio ha molto apprezzato: si è ciucciato tutto il siero contenuto nel tessuto della maschera e il giorno dopo (anche qui l’effetto non l’ho notato subito, ma dopo aver dormito una notte) era idratato, luminoso, compatto.

Avocado Mask Sheet Nutrition: delusione per questa maschera 😦 nonostante adori l’avocado, non ho visto un grande effetto sulla mia pelle. L’ho applicata una sera dopo una giornata in piscina e avevo qualche pellicina alzata qua e là. Sì, era imbevuta, sì, la pelle risultava idratata, ma nulla di più.

Aloe Mask Sheet Moisturizing: il profumo è proprio quello dell’aloe vera e i benefici sono stati i più famosi: idratare, ma soprattutto calmare e un effetto detox. Al mattino la pelle era compatta, luminosa e – strano ma vero per il periodo invernale – senza rossori. Da ricomprare!

18191172_10155223689499509_1290608232_n

Maschere I’m Real TonyMoly: e l’INCI?

Non possono di certo definirsi ecobio. Infatti, sono presenti conservanti, sequestranti, solventi, tensioattivi, umettanti. Tra i più frequenti troviamo il butylene glycol, peg-60 hydrogenated castor oil, chlorphenesin, carbomer. Ma, come promesso dal brand, la presenza di estratti vegetali è reale.

Ps. Alcune maschere contengono anche siliconi, nello specifico la maschera Avocado, Broccoli, Makgeolli, Red Wine, Rice e Seaweed.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...