La maschera viso bio alla bava di lumaca di Helidermina

A me le lumache hanno sempre fatto un po’ schifo. Le vedevo nel cortile di casa da piccola e mi facevano parecchio senso: umidicce, con quella scia di bagnato, lente (lentissime) e poi, in tutta onestà, non sono proprio l’animale più bello del pianeta terra! A voi è mai venuta voglia di accarezzarne una per caso? A me no. Non le ho neanche mai provate in un raffinato ristorante della Milano bene: troppo senso a sapere com’erano da vive e troppa ansia di replicare la celebre scena di Notting Hill con una Julia Roberts impacciata nel cercare di aprirne una (e se non ce la fa lei, chissà io, piccola brianzola).

Ma poi ecco impazzire la moda delle creme, maschere, sieri, trattamenti alla bava di lumaca diventata ben presto sinonimo di “elisir dell’eterna giovinezza“. E magicamente il ribrezzo si fa da parte – anche nelle più schizzinose – pur di provare cotale trattamento. Del resto, dopo siero di vipera e placenta di pecora, forse la bava non è poi così terribile.

A far breccia nel cuore delle patite di cosmesi sono anche state le proprietà della bava che generalmente l’animale usa come sorta di scudo protettivo al fine di muoversi e scivolare sulle superfici proteggendosi dalle aggressioni dell’ambiente esterno. Non è neanche una vera novità, dato che già nell’antica Grecia, Ippocrate si serviva del potere di questi esseri per combattere le infiammazioni della pelle. Il boom tornò negli anni ’80 quando, in Cile, la famiglia Bascuna si rese conto che, coloro che maneggiavano questi animali destinati al mercato alimentare, avevano una pelle soffice: una rivelazione che suscitò l’interesse di studiosi e ricercatori che ne hanno verificato i miracolosi effetti.

Al momento – e per fortuna – la bava di lumaca non è replicabile in laboratorio motivo che la rende al 100% una cura naturale priva di parabeni, coloranti, oli minerali, paraffine, profumi. Le sue proprietà sono molteplici ed è particolarmente indicata per risolvere molti problemi estetici che affliggono la pelle di molti.

Ha proprietà:

  • idro-restituive cioè trattengono l’acqua sulla cute a lungo e assicurano un effetto idratante di lunga durata
  • cicatrizzanti, grazie all’azione di allantoina, collagene, vitamine
  • lenitive, utile per gli arrossamenti dovuti al sole o al freddo eccessivo
  • nutritiva e rigenerante
  • alleate contro le smagliature
  • efficace contro acne, macchie e cicatrici
  • ricca di vitamine A, C ed E
  • attenua le rughe e le tanto temute zampe di gallina permettendo alla pelle di rinnovarsi.

Così, un giorno in pausa pranzo, nella parafarmacia accanto alla metro (onestamente, non l’ho vista in altri negozi), mi imbatto nella linea di prodotti Helidermina, a base proprio di base di bava di lumaca. E alla fin fine ho ceduto anche io: addio ribrezzo, benvenuti effetti benefici!16730900_10154990454819509_2084056402_n

16700070_10154990454944509_1638688234_n

L’azienda è brianzola, per l’esattezza di Bellusco, e tutti i prodotti – ma anche le lumache – sono Made in Italy. Proprio le lumache, provengono da allevamenti italiani all’aperto a ciclo biologico; l’estrazione della bava avviene attraverso il metodo della stimolazione manuale che evita ogni tipo di stress. La linea comprende: maschera viso, sapone, siero intensivo, gel dopobarba, crema viso, crema corpo, crema mani, shampoo, docciaschiuma, stick contorno labbra e occhi e sapone da barba. Tutti i prodotti sono privi di SLS, SLES, parabeni, oli minerali, paraffine, siliconi, coloranti, profumi, peg, allergeni e alcool.

La maschera viso viene venduta in pratiche confezioni monodose a circa 4,80€ (abbastanza in linea con i prezzi di maschere blasonate come TonyMoly e Dr.Jart vendute da Sephora). E’ in tessuto (yeah!), oil-free, senza profumo e va tenuta sul viso già deterso per dieci minuti abbondanti. In aggiunta alla bava vi è l’aloe vera l’acido ialuronico per lenire il primo e idratare maggiormente il secondo. Una volta terminata la posa, si massaggia delicatamente il viso per far assorbire l’eccesso di siero e non è necessario risciacquare, ma si può passare direttamente alla crema viso. Obiettivo della maschera: ritrovare un apsetto più fresco e luminoso.

16729731_10154990458654509_1687924485_n

Composizione:

Aqua, Snail Secretion Filtrate, Aloe Barbadensis Leaf Juice*, Glycerin, Sodium Hyaluronate, Phenoxyethanol, Potassium Sorbate.

*Biologico.

16699789_10154990458419509_516524036_n

Ora, dopo tutta sta spataffiata di roba sulla storia della bava di lumaca… mi sarà piaciuta? Innanzitutto, la maschera non profuma di gelsomino, ma sinceramente pensavo molto molto peggio. L’odore è solo un po’ fastidioso, ma per sentirlo bisogna mettere il naso “nella” maschera. La forma invece è enorme: decisamente la maschera più grande che abbia mai provato, ha anche tutta una parte dedicata al collo da avvolgerci attorno (il che a me non dispiace affatto). È imbevuta? O sono stata sfortunata io, oppure questa maschera non è di sua natura particolarmente ricca di siero. Al tatto si sente la presenza del siero e le mani restano umide, ma nulla in confronto alle maschere coreane. Diciamo che dovete proprio “attaccarvela” al viso o vi si stacca. Dopo circa cinque minuti di posa, ho dovuto premere il tessuto sul viso per far uscire quel poco di siero che era rimasto dato che in alcuni punti era già completamente asciutta. Forse bisognerebbe studiare di utilizzare un tessuto meno spesso in modo tale che la pelle riesca ad assorbire meglio il tutto. Dopo altri cinque minuti passati a premere la maschera, ho deciso di toglierla. La pelle al tatto era leggermente più morbida (come anche le mani), i rossori erano lievemente attenuati, in compenso non ho avuto nessuna botta d’idratazione come invece mi succede con l’utilizzo delle maschere Garnier. Sicuramente – come dice l’azienda – il trattamento andrebbe ripetuto due volte a settimana per più settimane per vedere effettivamente dei risultati e magari usare in combo anche gli altri prodotti della linea. Il mattino successivo, il mio viso era come sempre con le solite pellicine da inverno; quindi no, non è una maschera con un effetto immediato da usare prima di un evento o un’occasione importante. Credo sia più una maschera a effetto curativo, ma serva molta molta costanza (e un po’ di budget 😉 ). Al momento non credo di ricomprarla, ma sarei curiosa di provare qualche crema 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...